Il Metodo Feldenkrais®


prende nome dal suo ideatore Moshe Feldenkrais (1905-1984), fisico, ingegnere, primo insegnante di judo in Europa e studioso del comportamento e del funzionamento dell'organismo umano.

 Il Metodo Feldenkrais si basa sul presupposto che i nostri schemi di movimento sono collegati ai nostri schemi mentali. I nostri schemi di movimento possono essere modificati grazie alla capacità umana di imparare sempre cose nuove . Il Metodo Feldenkrais è un sistema innovativo di lavoro su di sé che utilizza il movimento, il tocco e la conoscenza degli schemi motori. Il suo scopo quindi è quello di fornire strumenti di auto-miglioramento. Il Metodo Feldenkrais mette in contatto le persone con le loro reali capacità e i loro obiettivi, attivando le profonde risorse naturali dell'organismo e perciò può essere applicato in molti ambiti e contesti differenti. Entrando in sintonia con il nostro modo di funzionare (pensiero, movimento, abitudini) è possibile apprendere con una rapidità inaspettata.

Imparare ad imparare

Gli esseri umani necessitano di un lungo periodo di apprendimento per raggiungere la maturità funzionale, cognitiva, emotiva. Occorre un lungo processo di concrete esperienze individuali perché l'essere umano impari a camminare, parlare, sedersi, leggere, scrivere, pensare in termini matematici, acquisire il senso del tempo e dello spazio, ballare, suonare, pattinare e così via. Anche la nostra postura e il nostro modo di muoversi sono in gran parte appresi e dipendono dai tipi di esperienza che abbiamo fatto. Ma le caratteristiche del nostro sistema nervoso che ci rendono più liberi di imparare e di sbagliare, ci permettono anche di correggere eventuali apprendimenti inefficienti. Questa è l'essenza della libertà e dignità dell'uomo.

Il Metodo Feldenkrais permette di svincolarci da schemi posturali e di movimento meccanici e ripetitivi, divenuti inadeguati e inadatti a rispondere ai nostri bisogni o addirittura dannosi per noi. Offrendo opzioni diverse e alternative al nostro abituale modo di muoverci e stimolando l'autoconsapevolezza, il metodo Feldenkrais permette la ripresa della crescita delle strutture nervose e aumenta la nostra capacità di scegliere più liberamente come agire e come essere. Il movimento rivela chi siamo. Attraverso il movimento è possibile raggiungere il sistema nervoso e migliorare il funzionamento e le condizioni. Vi è una stretta connessione tra emozioni e atteggiamento posturale. In casi sfavorevoli si può arrivare a bloccare certe parti del corpo in posture inefficienti, contraendo stabilmente e inconsapevolmente taluni distretti muscolari e costringendo altre parti a compensare con un movimento eccessivo. A lungo andare ciò crea disturbi funzionali, ortopedici, di comportamento. Riportare consapevolezza nelle parti bloccate e "dimenticate" permette di eliminare tensioni e di ripristinare la libertà di movimento, l'efficienza dell'azione e la salute. Con il Metodo Feldenkrais la persona impara dal suo corpo una miglior modalità di azione, che rende possibile la piena espressione in una vasta gamma di funzioni.

Il Metodo permette di:

  • Liberarsi da tensioni superflue, stress e sforzi inutili
  • Acquisire un maggiore equilibrio posturale e dinamico e una postura più eretta
  • Ampliare l'immagine di sé e migliorare lo schema corporeo
  • Provare maggiore piacere nel muoversi in maniera efficiente
  • Esprimere semplicità ed efficacia nelle azioni quotidiane
  • Recuperare creatività e spontaneità
  • Liberarsi delle abitudini motorie dannose e controproducenti
  • Acquisire una maggiore eleganza, armonia e grazia dei movimenti
  • Migliorare la flessibilità fisica, mentale e psicologica
  • Migliorare la funzione respiratoria
  • Migliorare la capacità di auto-orientamento/auto-educazione (sapersi aiutare da soli)
  • Espandere la consapevolezza della propria vita, del significato delle proprie azioni
  • Accrescere le capacità di apprendimento e di attenzione in tutti i campi (imparare ad imparare. Non smettiamo mai di imparare: con il Metodo si impara a fare meglio quello che si sa già fare bene)
  • Perfezionare le prestazioni artistiche e sportive
  • Espandere la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità e risorse, sia verso sé stessi (aumento dell'autostima) che nel rapporto con gli altri (possibilità comunicative)
  • Ottenere un riequilibrio psicosomatico
  • Affinare la sensibilità cinestesica e la percezione di se stessi (propriocezione)
  • Espandere la consapevolezza di sé e migliorare i processi psicomotori
  • Migliorare le capacità di adattamento perdendo rigidità, modificando i pregiudizi su ciò che è giusto o sbagliato e allargando i propri orizzonti percettivi e mentali
  • Espandere il benessere emozionale
  • Gestire meglio le tensioni e gli stress della vita quotidiana
  • Migliorare la propria sessualità: il come si entra in contatto con le proprie pulsioni sessuali e la loro espressione